Crea sito

Il meccanismo fraudolento provato dal processo Mediaset 32

Dal 1995 in poi (reato  oggetto di condanna) [Rif. Sentenza pag 125 e seguenti]:

[Gli elementi di prova comprovano che] “attraverso IMS, dal 1995, pur accorciandosi le catene attraverso le quali i diritti della Majors giungevano fino alle società italiane (a Mediaset), si raggiungeranno gli stessi risultati.

Del resto neppure mutava la struttura, parallela, personale che aveva sovrinteso all’operatività degli anni precedenti.” [Lorenzano/Bernasconi]

Testimonianza di CAVANNA Silvia [consulente Fininvest per gestione contratti]: [...]
Quanto all'organigramma: BERNASCONI, per i diritti era la persona di fiducia della proprietà e quindi di BERLUSCONI: ”BERNASCONI, al di là delle qualifiche, era nella televisione il factotum di BERLUSCONI”. E BERNASCONI rispondeva solo a BERLUSCONI. A cui riferiva andando in via Rovani,a Milano, o ad Arcore.
Ed era quando tornava da tali riunioni che le diceva “di caricare i prezzi”.


Anche dopo la quotazione in Borsa di Mediaset, nel 1996, BERNASCONI si occupava dei diritti e continuava ad andare anche da BERLUSCONI ad Arcore (Rif. Sentenza pag. 131)