Crea sito

Il meccanismo fraudolento provato dal processo Mediaset 30

Elementi sulla conoscenza da parte di Berlusconi del meccanismo di frode, Rif Sentenza pagine 123 e seguenti

La sentenza parte dalla analisi di quanto già provato nel processo Mills e da quanto già provato in merito alla medesima condotta fraudolenta negli anni per i quali il reato è stato nel frattempo prescritto (NB: il reato è prescritto, ma i fatti relativi ad esso sono stati provati).

Rilevate l’interrogatorio di Francesco Tatò (Amministratore Delegato del gruppo Fininvest dal 1993 al 1995) [Rif. Sentenza pag 123]:

Francesco Tatò, riferiva innanzitutto che la responsabilità del settore faceva capo a BERNASCONI.
PM : Lei ha dichiarato: "Era un’area di attività" - le modalità di acquisizione dei diritti - "assolutamente chiusa ed impenetrabile.
Tatò : Eh, abbastanza, quello sì.
PM : gestita a livello più alto da BERNASCONI che dava conto della sua attività direttamente a BERLUSCONI e non riferiva al consiglio di amministrazione". E’ vera questa dichiarazione? 
Tatò : È vera...
Ancorché il teste avesse precisato che il termine “impenetrabile” era eccessivo, era evidente che non era settore che era stato affidato alla sua cura ma restava nelle mani di BERNASCONI che continuava a riferirne al solo BERLUSCONI.